"We are put on this planet only once, and to limit ourselves to the familiar is a crimine against our minds." [cit. Roger Ebert]


venerdì 17 ottobre 2014

Happiest place in the World: DisneyWorld p.I

Chi non muore si rivede giusto? Aahaha è passato poco tempo (in realtà la data effettiva di stesura dell'ultimo post è piuttosto vecchia) dall'ultimo post, ma siccome oggi sono a casa con nulla da fare ho deciso di aggiornare il blog parlando di DisneyWorld. Premetto che sarà un (forse due) post davvero luuuungo e io stessa sto male a pensare allo sforzo immane che devo fare per scrivere tutto e soprattutto per ricordarmi cosa abbiamo fatto.

 Thu 09/10/14
Giovedì è stato il mio "The Day After Tomorrow". Il giorno prima avevamo avuto la discussione con Tom e Melissa e pensavo che quel giorno sarei potuta morire con solo Melissa intorno (inutile dire che sto scrivendo e dunque per deduzione logica sono ancora viva e vegeta). La mattina non ho fatto granchè. Dopo essermi premurata che Melissa fosse sotto la doccia sono sgattaiolata fuori dalla mia camera e sono andata a fare colazione alla velocità della luce, perchè non volevo vedere Miss Risolvi-i-tuoi-problemi-con-Nikken, data la simpatia che mi aveva riservato la sera precedente; sì: me la sono legata al dito quella del "non ti sai relazionare con la gente" e che cavolo!!! Comunque dopo colazione sono tornata in camera mia e dopo essermi preparata ho iniziato a fare la valigia per andare a DisneyWorld. Poi, siccome avevo ancora un sacco di tempo, mi sono messa a fare le valigie per scappare finalmente dalla quella casa maledetta. Mentre facevo le valigie Melissa (notare che era in casa) mi manda un messaggio e mi chiede se voglio mangiare qualcosa prima di andare a casa di Stacy: non le ho risposto e ho aspettato che venisse a bussare alla mia porta. Ma ti pare che mi debba mandare un messaggio?!? E poi mi stupisco che le cose non abbiano funzionato... Dopo aver mangiato ho finito di fare le valigie e Melissa poi mi ha accompagnato da Stacy. Durante il tragitto mi ha fatto delle domande sulla mia Fede... Avrei potuto linciarla solo con lo sguardo; cosa sono io sono affari miei, sicuramente non vengo a dirti che essere metodista per te è assolutamente sbagliato e che il Cattolicesimo è la confessione giusta da seguire, come invece ha praticamente fatto lei: la gente che si cala dall'alto non ho mia potuto sopportarla... Dopo l'abbraccio più falso che abbia mai ricevuto se n'è andata e sono rimasta in compagnia di Tami e Billy, i genitori di Stacy. I genitori di Stacy sono carinissimi e fanno di tutto per farti sentire a tuo agio e così, mentre Stacy tornava dalla sua lezione di piano, io e Tami abbiamo impacchettato i suoi regali di compleanno, una volta arrivata Stacy abbiamo nascosto tutto e siamo finalmente partiti, destinazione: DisneyWorld! Verso 19.30 ci siamo fermati da Steak 'n Shake, dove ci siamo presi un hamburger e ovviamente uno shake e guess what? Mi sono lasciata sedurre ancora dal potere degli Oreo!
Durante il tragitto ci siamo guardate Frozen e finalmente dopo quasi 7 ore di macchina abbiamo raggiunto il nostro albergo, completamente riservato a militari e militari in pensione e alle loro famiglie. Ero distrutta.

Fri 10/10/14
Venerdì è stato il nostro primo giorno effettivo nel parco. La giornata è iniziata più presto di quanto mi sarei mai aspettata: alle 5.45 è suonata la sveglia, che doccia fredda! Dopo essermi preparata alla bel e meglio, perchè, diciamocelo, alle 5.45 non connette nessuno, siamo scesi a fare colazione ed eravamo in anticipo di 15 min: avrei potuto mangiare vivo qualcuno, significava 15 min in più a dormire caspita! La colazione è forse la cosa che amo di più quando vado in vacanza in albergo: i buffet, quelli giusti, sono sempre la mia fissa, potrei abbuffarmi così tanto a colazione da non mangiare più fino al giorno dopo! Abbiamo iniziato la giornata con Animal Kingdom e per prima cosa abbiamo fatto il Safari per cui avevamo i Fast Pass nella zona africana di Animal Kingdom.


Dopo il Safari siamo entrati nella zona asiatica di Animal Kingdom e c'era una specie di laghetto artificiale al cui centro c'era una voliera con alcune scimmiette che erano un amore, erano velocissime.  Dopodichè siamo andati a vedere uno spettacolo di Nemo, in cui mi sono praticamente addormentata, ma almeno c'era l'aria condizionata!

video

Verso ora di pranzo Billy, esausto dalle 7 ore alla guida del giorno prima, è tornato in albergo a riposare, mentre io, Stacy e sua mamma Tami ci siamo dirette verso Magic Kingdom. Magic Kingdom è la parte più vecchia di DisneyWorld ed è quella che uno si immagina con tutti gli edifici retrò e i negozi di souvenir etc. Li dopo aver acchiappato al volo delle french fries con ketchup e formaggio (ma che schifo!) ci siamo sedute sul marciapiede a vedere la parata con tutti i vari personaggi Disney. Il caldo che faceva non è neanche immaginabile, mi sembrava quasi di sentire la mia faccia sciogliersi!
La sera siamo tornati in albergo verso le 17.30 e dopo una doccia veloce siamo andati a mangiare. Abbiamo cenato da Mangino's, ovviamente il tipico ristorante italiano, giusto?!? Ho mangiato una pizza "margherita" che di margherita aveva davvero poco: nessuna traccia di passata di pomodoro, mozzarella poco definita e credo che si trattasse di un altro formaggio filante, aglio e quello che credo fosse salvia essiccata... Ah quasi dimenticavo: la pasta della pizza era praticamente quella delle schiacciatine, solo un po' gommosa! Appena ho aperto il menù mi sono messa a ridere e Billy ha fatto finta di essere offeso e mi ha preso in giro parecchio, dicendo che si sentiva in imbarazzo per avermi portato in un posto del genere e che non avrei dovuto metterlo in imbarazzo ridendo e avrei dovuto parlare con i camerieri e lamentarmi di tutte le incongruenza dei piatti "italiani" presenti sul loro menù.
 



Un besos,

Ale

"La realtà è un sogno più o meno incoerente."
[cit. Charles Dickens]



Nessun commento:

Posta un commento